GARE DI MICROROBOTICA

Alla scuola Allende ,per le persone che fanno il tempo lungo,vengono proposti dei laboratori e tra questi c’è MICROROBOTICA . Siamo in 8 a partecipare a questa attività.

Il prof.Francesco Berardi ci assiste in questa esperienza abbastanza impegnativa.

Usiamo un particolare robot chiamato RCX che sarebbe il cuore e la mente del robot.

Il robot su cui stiamo lavorando si chiama ROVERBOT.

Il programma che utilizziamo si chiama Robotic Invention System della Lego.

Ci vengono forniti degli obbiettivi di lavoro e poi dobbiamo programmarli sul computer e dobbiamo farli eseguire al robot tramite un trasmettitore che trasmette le informazioni dal computer al robot.

Alla fine del corso si svolgeranno delle gare di microrobotica. Queste si terranno il 19 maggio dalle 8.00 alle 17.30 all’ università Bicocca…

 

.

Ve lo consigliamo vivamente!!

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!!!!!!!!!!!!!!

Rossella e Giulia

IMG_20170511_151930 (1)
un tipo di RCX
IMG_20170511_151516
percorso che utilizzeremo alla gara.

 

Annunci

Il web? Una giungla!

Ciao a tutti!

Vorremmo introdurre questo articolo con una semplice domanda: non avete mai notato che sul web e sui social si trovano diversi tipi di utenti, più o meno fastidiosi?

Speriamo diciate di si, altrimenti questo articolo non avrebbe senso!

Noi ne abbiamo identificati alcuni. Scriveteci poi nei commenti a quali tra questi vi sentite più vicini…

Bene, cominciamo!

IL SELFIE-TUTTO-IO

illustrazione-selfie-con-una-coppia_1045-571.jpg

Questo tipo di utente si trova spesso sui social tipo Instagram e Snapchat ed è molto semplice da identificare: non troverete altre foto se non la loro faccia in primo piano!

Citando una famosa canzone (che non andremo a nominare)…

Selfie in casa, selfie al mare, selfie al ristorante…

Potrete trovare foto in bianco e nero, con delle emoji, con una corna di fiori… ma non potrà mai mancare l’effetto del cane con la lingua di fuori! Ormai è diventato un trend e sarà difficile disintossicarsi!

L’HATER

1a1af2aa9b32ab6f657f471c200d5763.png

Questo pensiamo sia l’utente tanto diffuso quanto odiato. Spesso ci si ritrova “schermo a schermo” con utenti che non hanno altro di meglio da fare che attaccar briga con altri utenti, spesso senza un valido motivo. Questi utenti sono molto diffusi su Youtube e Twitter, in cui avviene un maggiore scambio di opinioni. Quindi occhi aperti e cervelli accesi: non cascate nei loro litigi e tanto più non imitateli!

FANGIRL/FANBOY

fanboy fangirl.png

Questo tipo di utente è forse quello più diffuso su Instagram, Twitter e Tumbrl (per non parlare di Wattapad, meno conosciuto ma ugualmente popolato!). Queste strane creature, che non possono essere chiamati umani per il loro alto tasso di pazzia e nonsense, gestiscono fanpage riguardo libri/film/band/videogiochi di ogni tipo e necessitano di trovare dei loro simili in ogni modo possibile. Spesso potrebbero sembrare noiosi e incomprensibili ma, fidatevi, sanno essere davvero adorabili!

IL CITAZIONIERE

citazioniere.png

Ognuno avrà di certo pubblicato o citato delle frasi famose, prese da film, libri o canzoni, o semplicemente detto da qualche VIP! E fino a qui, tutto bene.

Ma non avete mai pensato a coloro che lo fanno di continuo e con magari citazioni poco conosciute, che vanno dalla famosa Io sono tuo padre! Siamo nati per una ragione, sta a noi scoprire quale, che di certo non conoscerete dato che risultava nelle frasi poco conosciute…

Comunque, spesso queste persone posso rivelarsi davvero molto -forse troppo- romantiche!

IN RITARDO CON LA TRACCIAin ritardo con la traccia.png

Pochi di voi conosceranno il social Musical.ly, simile all’ormai superato Dubsmash, ma per chi lo utilizza, sarà di certo saltato all’occhio il fatto che molte persone sono in ritardo o in anticipo con la traccia musicale utilizzata! Una cosa che spesso rovina un video ben strutturato e divertente!

I NONNI

nonni.png

Questi utenti si trovano molto di più su Facebook e spesso sono quelli più divertenti! Si possono riconoscere dal fatto che ad una qualsiasi ora del mattino, indipendentemente dal giorno, postano una foto con un soggetto (che può variare da un neonato con un girasole tra le mani ad un cucciolo di gatto) che vi augurano “Buongiorno!”.

Può anche accadere che si lascino ingannare dal correttore automatico e che scrivano delle frasi totalmente senza senso… di certo con loro tra i vostri follows non vi annoierete!

 

E con questo sondaggio è tutto! Alla prossima!

Matilda (2°E), Rossella e Paola (1°E)

Con la minima collaborazione di Daniele Lisci 2°D

 

 

 

Coding

Noi alunni della I.C.S. Allende partecipiamo al progetto “Hour of Code”.

Ma che cos’è il coding?

Il coding consiste nella stesura di una serie di istruzioni che eseguite in modo ordinato danno vita ad un programma. Attraverso dei giochi e con l’aiuto della logica vengono risolti dei problemi riguardanti la dimensione spaziale e la geometria

La scuola Allende parteciperà all’ attività dell’ “Hour of Code” 2016/17 durante la settimana dal 19 al 23 dicembre.

COME FUNZIONA E A COSA SERVE

Nel mondo i computer sono ovunque e costituiscono un potente strumento di aiuto per le persone. Per essere preparato a qualunque lavoro un alunno voglia fare da grande è indispensabile una comprensione dei concetti base dell’informatica.

Il Coding aiuta a sviluppare competenze logiche e capacità di risolvere problemi in modo creativo ed efficiente, qualità che sono importanti per tutti i futuri cittadini. Il modo più semplice e divertente di sviluppare il pensiero informatico e attraverso la programmazione “coding”  in un contesto di gioco.

La scuola ha partecipato a due eventi di coding:

Il primo si è svolto ad ottobre che consisteva nel sviluppare un videogame basato su Star Wars, il secondo è quello che si svolge a dicembre, di cui scopriremo insieme i contenuti.

L’attività consisteva nel inserire dei comandi all’interno di uno spazio, guidando un personaggio con una matita in mano, facendogli disegnare delle figure geometriche già indicate.

Erano 10 livelli: uno più difficile di quello precedente

Erano disponibili diversi comandi: Avanti, destra, sinistra, salta, ripeti

L’attività  è stata molto interessante ed istruttiva

Ecco a voi i nomi delle coppie di alunni che per primi, nelle loro classi, hanno terminato l’attività di Coding 2016/17:

1B Cozzi Beatrice – La Vittoria Federica – Palmiotto Mattia

1C Alessandra Annoni – Rossi Giovanna

1D  Bon Francesco (finisce il coding di prima e seconda media in un ora)

1E Delaini Davide – Sironi Paolo – Bertuzzi Ivan

2A Stallone Arianna – Ghezzi Sofia – Pachimunno Giulia

2B Asti Gianmarco – Gaslini Gabriele

2C Gatto Massimo – Lo Presti Giorgia

2D Pacifico Federico-Dosso Luca

2E Sfregola Giovanni – Pengo Andrea – Tornabene Jacopo

2F Cuzzolin Francesco – Totaro Daniele

2G Buccelè Stefano – Gatdula Kirsten Chloe

IMG_20161220_090020.jpg

Andrea Gabrielli – Daniele Lisci-Dosso Luca-Pacifico Federico